Fotografi d’ardimento

Fotografi d’Ardimento 2013

Anche quest’anno torna Fotografi d’Ardimento, alla sua terza edizione.
L’evento, normalmente dedicato alla giovane fotografia italiana, quest’anno, in occasione del trentennale del nostro Circolo, cambia collocazione e soggeto. Abbiamo deciso di fare l’evento a marzo, per chiudere degnamente l’anno di celebrazioni del trentennale, ed anche i protagonisti cambieranno. Quest’anno i tre autori saranno tre Soci o ex-Soci del Grandangolo, persone che hanno contribuito alla vita del Circolo e che da questo hanno anche ricevuto qualcosa.
Sotto il programma completo.

Vi invitiamo anche ad utilizzare il nostro  calendario  per sincronizzare gli appuntamenti e non perdere nessun incontro.
Presentazione e dialogo con gli autori durante le tre giornate:

Vasco Ascolini.
Vasco Ascolini nasce a Reggio Emilia nel 1937, dove vive e lavora. Fotograficamente legato alla Francia, dove varie Istituzioni quali il Museo del Louvre, il Museo Rodin, Versailles e Tuilleries, lo hanno accolto e dato degli incarichi conservando sue fotografie. Le foto della mostra ai Rencotres Internationales Photos sono alla Biblioteca Nazionale di Francia, nella Collezione del Museo di Arles. Nel 2000 la Francia gli conferisce l’Ordine delle Arti e delle Lettere, il riconoscimento più importante del campo della cultura in Francia e non solo. Il periodo teatrale è coronato da  una grande antologica al Lincol Center di N.Y. Continua a fotografare.

Prima giornata, 23 marzo. 
Antonio Catellani.
Antonio Catellani, Parmigiano, fotografo professionista. Socio fondatore, nel 1982, dell C.F. “Il Grandangolo” del quale fu presidente per diversi anni. Ha curato come gallerista oltre cento mostre fotografiche, collaborato e pubblicato alcuni volumi. Grande collezionista, il suo archivio fotografico è ricchissimo di rarità. Amante del bianco/nero, fotografa anche a colori, ma tutto rigorosamente in analogico.

Seconda giornata, 6 aprile. 
Paolo Pasini.
Paolo Pasini, Parmigiano, inizia a fotografare quarant’anni fà. Socio Fondatore del C.F. “Il Grandangolo”, si dedica allo sviluppo ed alla stampa in proprio, utilizzando anche le antiche tecniche fotografiche e fà parte del Gruppo Namias. La sua fotografia tocca molti generi, still life, paesaggio, ritratto, subacquea, industriale, ecc. Tiene svariate mostre, mostrando l’ecletticità delle proprie opere e partecipa, con successo, a concorsi, e collabora alla pubblicazione di diversi volumi.

Terza giornata, 20 aprile. 
Marco Fallini.
Marco Fallini, Parmigiano, dalla gioventù sviluppa due passioni, la fotografia e la montagna. Membro del CAI, percorre a piedi le più importanti montagne mondiali, in molti di questi viaggi l’attrezzatura fotografica viaggia con lui. Amante dell’Appennino e delle valli della zona. Amante della fotografia del territorio, pubblica diversi libri sulla Val Parma, le architetture della zona ed i sentieri che l’attraversano. Amante della stampa tradizionale, lavora esclusivamente in analogico, spesso stampando in proprio anche immagini di formato molto grande. Molte le mostre che ha tenuto. Presenterà stampe e proiezioni utilizzando solamente diapositive.

Sala Civica, Via Argonne, 4 – Parma. Ore 15:30.
Evento con il patrocinio del Comune di Parma e con il patrocinio FIAF (H10/2013).
Come sempre, ingresso gratuito.