H2OforPEACE – concorso

la Fondazione Opera Campana dei Caduti, con il New Era Museum
nella scorsa Giornata mondiale della Pace ha presentato il concorso fotografico digitale

H2O For Peace – iPhoneography for Human Rights

con cui intende contribuire alla sensibilizzazione al tema dell’ACQUA strumento di Pace e di armonia fra i Popoli.

Acqua Principio della Vita, Perdono e Conciliazione, Acqua distribuita senza diseguaglianze, a tutti. Iphoneophotography per raggiungere i giovani, ideali promotori di Pace. Il New Era Museum raccoglie dalla sua fondazione nel 2007 scatti realizzati con smartphone. La parola è stata coniata da Chase Jarvis. Il termine iPhonegrafia contiene più elementi: la I, ovvero “la mia visione”; Phone, perché ovviamente viene realizzata con l’iPhone (o più in generale con uno smartphone); Grafia perché l’immagine, appunto, viene rielaborata in senso artistico. L’iPhonegrafia è un movimento diffuso e democratico. Il valore portante del Nem è proprio la convinzione che con un’immagine, dati gli strumenti oggi a disposizione, è possibile migliorare la realtà e renderla più positiva.

I parametri del concorso: le iscrizioni al concorso si chiuderanno il 21 maggio e a giugno verrà comunicata la selezione dei finalisti e di un’opera vincitrice. Questi lavori, che verranno proiettati presso la sede della Fondazione Campana dei Caduti di Rovereto, diventeranno anche l’oggetto di un videoclip, con le musiche di Marco Testoni eseguite dal gruppo art-jazz Pollock Project. Insieme con le foto selezionate, potremo vedere il video presso gli spazi della Fondazione e su tutti i canali social e web, oltre che in tutte le occasioni istituzionali dedicate, ad esaltare i risultati e le emozioni delle immagini realizzate dai protagonisti del Concorso.
Il regolamento del concorso è su www.h2oforpeace.net.
Presidente di Giuria del concorso sarà Andrea Bigiarini (fotografo), ideatore e fondatore del Nem. Al suo fianco, valuteranno le opere pervenute un gruppo di iphoneografi di prestigio: Marco Di Battista (giornalista), Giancarlo Beltrame (giornalista), Dilshad Corleone (fotografo), Davide Capponi (manager).

 

Opera della fotografa francese Clarisse Debout, scelta per rappresentare il concorso.