ArteFiera 2014

artefiera14cs

ARTEFIERA 2014 Pronta con tante novità, dal 24 al 27 gennaio a Bologna.
Più Gallerie, apertura all’Ottocento, il Focus sui Paesi dell’est Europa e la Cina e l’attenzione ai collezionisti con la mostra Il piedistallo vuoto di Marco Scotini.

Immagini disponibili su: www.artefiera.bolognafiere.it

Tante le novità di ArteFiera, che organizzata da BolognaFiere mantiene la sua leadership nazionale e continua ad essere una delle principali fiere Europee. La prossima edizione che si svolgerà dal 24 al 27 gennaio 2014 nel quartiere fieristico di Bologna è stata presentata oggi in conferenza stampa dal presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli, dall’assessore alla Cultura del comune di Bologna Alberto Ronchi, dal presidente dell’Istituzione Bologna Musei Civici Lorenzo Sassoli De Bianchi, con cui si rinnoverà la collaborazione per ART CITY dopo il successo del 2013, dai direttori artistici della manifestazione Giorgio Verzotti e Claudio Spadoni e dal Presidente dell’associazione delle gallerie d’Arte contemporanea Italiane Massimo di Carlo. Sul podio si sono inoltre succeduti gli interventi di Guido Mologni nuovo direttore artistico di BolognaFiere Shanghai Contemporary, Fabio Castelli, curatore della sezione Fotografia di Artefiera 2014 e Giorgio Fasol, noto collezionista di arte contemporanea.

La prima delle novità è già la buona notizia: le gallerie partecipanti, italiane e straniere, superano già le 150, con un aumento di circa il 20% rispetto all’edizione precedente, a tre mesi dalla manifestazione. La selezione dei curatori artistici, ultimata per alcune sezioni del contemporaeo, e ancora in corso per la parte riguardante il moderno , e ha dovuto far fronte a un rinnovato interesse delle gallerie che hanno presentato domanda di partecipazione in numero molto maggiore rispetto alle edizioni passate. Segno di un rinnovato interesse verso la più longeva fiera italiana dell’arte contemporanea che giunge alla sua 38ma edizione mantenendo intaccata anzi rinvigorita, la sua posizione di leadership.

Le Novità di ArteFiera 2014

Tra le molte novità di quest’anno l’apertura proposta e condivisa dai direttori artistici all’arte dell’Ottocento, in una visione curatoriale che ha puntato l’attenzione sulla capacità di molti artisti del secolo precedente di anticipare i tempi a venire. Da qui il coraggio di affiancare l’Ottocento dei Macchiaioli, di De Nittis, Boldini alla contemporaneità, in una visione dell’arte contemporanea che prescinda e anzi superi confini accademici e geografici.
“Uno sguardo più attento ai primordi di quella che definiamo arte moderna, amplierà – affermano i curatori – l’interesse della fiera per le gallerie che trattano l’arte della fine dell’ottocento e i primi decenni del novecento – perché esiste una continuità ideale con il passato che ci aiuta a comprendere il presente”.

Conseguenza di questa impostazione l’aprirsi anche alla produzione artistica di paesi poco esplorati ed in particolare all’Est europeo e della Cina e a nuovi settori, come la fotografia artistica. Mantenendo come unico comun denominatore la qualità assoluta e l’originalità e la ricerca del bello, Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti, i direttori artistici nominati da Bolognafiere, hanno optato per una maggiore apertura della manifestazione ai molteplici settori della produzione artistica proprio per rispondere ad un pubblico che esprime esigenze sempre più articolate.

L’arte arriva da ogni angolo del mondo e non solo dall’Occidente. Arte Fiera lo evidenzia, soffermandosi, in modo principale ma non esclusivo, sull’arte dell’Europa orientale, mondi fervidissimi di idee, suggestioni e stimoli.
FOCUS SUI PAESI DELL’EST EUROPA
Arte Fiera 2014 ospiterà una Special Focus Section curata da Marco Scotini, curatore indipendente e Direttore di NABA (Nuova Accademia di Belle Arti). Si tratterà di una sezione dedicata ai paesi dell’Europa Orientale, area geografica selezionata per il 2014, le cui economie emer¬genti hanno dato un grosso slancio al mercato dell’arte e alla scena culturale in genere. In Fiera le gallerie di questa vasta area saranno riunite in un settore specifico di Arte Fiera, e in maniera estesa nella città di Bologna, la mostra ospitata presso il Museo Archeologico “Piedistallo vuoto” presenterà le opere che sono entrate nel patrimonio di importanti collezioni private italiane, a documentare il livello del collezionismo d’arte contemporanea in Italia.

ARTE E COLLEZIONISMO CINESE CON BOLOGNA FIERE SH CONTEMPORARY Il mercato del collezionismo dell’arte contemporanea Cinese avrà una particolare attenzione all’interno di ArteFiera che collaborerà alla nuova edizione in Cina di BolognaFiere Sh contemporary Art, la principale manifestazione di arte contemporanea di Shanghai, organizzata da Bolognafiere a shanghai dall’11 al 14 settembre 2014. La collaborazione si concretiizzerà in una mostra in fiera dedicata al tema della carta e dell’inchiostro nell’arte contemporanea cinese con uno sguardo in particolare rivolto alle generazioni di avanguardia che hanno segnato gli ultimi 50 anni.

FOTOGRAFIA D’AUTORE

Per la prima volta un’intera sezione dedicate alle gallerie che propongono fotografia, stampe e multipli d’artista.Infatti una sezione completamente nuova di ArteFiera è quella dedicata alla fotografia artistica con la presenza di una selezione di gallerie impegnate esclusivamente nel settore fotografico, realizzata dal

direttore di MIA Milan Image Art Fabio Castelli con cui BolognaFiere ha siglato un accordo pluriennale.

Anche questa edizione avrà un occhio molto attento alla valorizzazione del Made in Italy e, allo stesso tempo, dell’internazionalità, riconoscendo e proponendosi come luogo privilegiato di scambio e conoscenza. Rivolto ad un ampio collezionismo, italiano e internazionale, com’è del resto nella vocazione delle manifestazioni, di arte ma non solo, di BolognaFiere.

Accanto alle grandi sezioni dedicate all’Arte Moderna e Contemporanea, alla sezione riservata alle nuove proposte dell’Est Europa, Arte Fiera conferma, visto il successo che la proposta ha ottenuto nella prima edizione, “Solo Show”, ovvero le piccole monografiche di grandi interpreti del contemporaneo. E’ invece un new entry la sezione “Fotografia”, richiestissima dal pubblico.

Infine “Nuove Proposte”, sezione riservata a gallerie che presentano esclusivamente artisti nati dopo il 1979. Ai medesimi artisti sarà anche riservato il Premio Euromobil Arte Fiera promosso dal Gruppo Euromobil, main sponsor della manifestazione.
ARTE FIERA CONVERSATIONS E MOSTRE La prossima edizione di Arte Fiera ospiterà altresì una serie di Tavole Rotonde sul mercato dell’arte e sulla creazione artistica nei paesi dell’Europa Orientale. Esponenti di primo piano del mondo dell’arte internazionale daranno vita a dibattiti animati. Avranno particolare rilievo anche i nuovi settori e i nuovi focus dell’edizione 2014, con primi piani su l’Est Europa, la Cina e il collezionismo più coraggioso.
ART CITY. In collaborazione con il Comune di Bologna Assessorato alla Cultura sarà riproposta ART CITY, l’intenso calendario di iniziative realizzato dal direttore del MAMBO e della Istituzione Musei Civici di Bologna Gianfranco Maraniello che caratterizzerà i luoghi d’arte della città per tutti i giorni della manifestazione. La notte del sabato sarà poi tradizionalmente dedicata alle proposte degli operatori commerciali e culturali Bolognesi Con la Art White Night che ogni anno richiama decine di migliaia di persone a Bologna per la Notte Bianca dell’Arte che quest’anno, sarà un po’ più magica.

ufficio stampa Studio Esseci