Massimo Rainato BFI

 

tessera Athesis n. 299

socio fondatore della “Confraternita del Fotofilò”

MaxPadovano classe 1964 trapiantato a Stanghella, entra in contatto con l’Athesis in occasione del primo concorso per sceneggiature Bassaincorto 2004, di cui diviene organizzatore per tutte le restanti 5 edizioni. Entra nel direttivo poco dopo e realizza con Antonello Zambon la riattivazione della newsletter FIAF nel 2006/7, con un sistema basato sul web e che segue ancora oggi, sette giorni su sette. Questo gli porta il riconoscimento Bfi della FIAF, che condivide con Antonello Zambon nel 2010 al Congresso di Massa Carrara. Diviene poi Direttore Dipartimento Web della FIAF, occupandosi dal 2014 del Sito istituzionale che mantiene aggiornato negli elenchi soci e altre parti con un impegno costante, insieme all’organizzazione di concorsi fotografici. Sempre accompagnato dal pc mac che ha battezzato protesi. Di formazione tecnico elettronico, mancato ingegnere, mancato giornalista, di professione fa il programmatore di computer presso CAD Srl, interessato ad internet da metà degli anni ’80 e al web da metà anni ’90. Come fotografo si ritiene un semplice documentatore della vita, prediligendo situazioni caotiche di sagre e feste dove manca un soggetto ovvero il soggetto è la folla, la festa, la vita. Poco pratico e poco interessato alla post produzione, avendo iniziato con la pellicola e una Praktica LB 2 del padre negli anni ’80, si autodefinisce fotogra-Fattore.
Potete contattarlo all’indirizzo maxrainato@libero.it o uno degli altri 15 indirizzi..

Mostre personali:

2014 – Luoghi Comuni (Tra l’antologica e il biglietto da visita)

26/09 – 31/10/2014 presso Athesis Museo Veneto Fotografia Boara Pisani (PD)

01-31/01/2015 presso Ristorante Elisir Del Bosco Stanghella (PD)

altre mostre collettive.

Altro

1 sua immagine è stata selezionata per il volume nazionale “Tanti Per Tutti” (2016) della FIAF tra altre 14mila.

 

ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2017