Crediamo ai tuoi occhi > 19.07.2019

Hai già preparato il tuo lavoro per partecipare? CREDIAMO AI TUOI OCCHI è il primo concorso italiano dedicato alla promozione editoriale di lavori fotografici di autori emergenti, che ti premia con una prestigiosa pubblicazione nella collana editoriale FIAF, giunto quest’anno alla sua 13^ edizione.
Non ti chiediamo di acquistare copie, o di partecipare alle spese di stampa: potrai vedere realizzato il tuo sogno versando una semplice quota di 20€.
E con le due sezioni del Premio, “Percorsi” e “Autoedizione”, le possibilità di essere selezionati da una giuria composta da photo editor, curatori, docenti ed editori raddoppiano! Leggi il regolamento e inviaci oggi stesso il tuo lavoro.
Termine presentazione opere: 19 luglio 2019
Qui la scheda di partecipazione: (link)
da inviare a segreteria@centrofotografia.org

01 | SEZIONE PERCORSI
Obiettivo di questa sezione è valorizzare il miglior progetto fotografico presentato conferendogli visibilità e diffusione. In palio la pubblicazione editoriale gratuita del lavoro vincitore in un volume della collana monografica FIAF, con dono di 50 copie al vincitore, e l’allestimento di una mostra presso il CIFA, il Centro Italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena. Premio per il lavoro 2° classificato la pubblicazione gratuita in versione e-book nella collana Portfolio della casa editrice emuse (www.emusebooks.com/libri/portfolio) e l’allestimento di una mostra presso il CIFA.
Altri 3 lavori selezionati riceveranno come premio l’allestimento di una mostra presso il CIFA.
Il concorso è a tema libero e la partecipazione è aperta a tutti.
Si può partecipare con un minimo di 30 immagini.
Le opere fotografiche dovranno essere inviate in file formato jpg con dimensioni lato più grande 30cm a 300dpi. Il lavoro deve essere accompagnato da un curriculum dell’autore e da un breve testo di presentazione che fornisca le indicazioni di lettura.

Sezione dedicata al miglior libro fotografico d’autore in autoedizione, prevede come premio la pubblicazione gratuita di 100 copie del libro vincitore, di cui 30 verranno consegnate all’autore, e l’allestimento di una mostra presso il CIFA, il Centro Italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena.
Altri 6 lavori selezionati riceveranno in premio l’allestimento di una mostra presso il CIFA.
Possono partecipare a questa sezione i “libri fotografici d’autore in autoedizione” intesi come
pubblicazioni con caratteristiche di libro (copertina, frontespizio, una qualche forma di legatura e un minimo di 24 pagine); progettati e impaginati a cura dell’autore, anche con l’ausilio di programmi di impaginazione standard; realizzati con procedimenti a stampa digitale o fotografica anche a carattere domestico, purché abbiano caratteristiche e qualità di libro; riproducibili in più copie nella identica forma e qualità del lavoro presentato (l’autore deve possedere la matrice fisica o elettronica già pronta per la ristampa).
Non possono partecipare a questa sezione del concorso: album o fascicoli realizzati manualmente, con immagini incollate o comunque inserite manualmente; libri artigianali non riproducibili nella stessa forma e qualità della copia presentata; menabò di possibili libri.
Le pubblicazioni partecipanti al concorso devono avere le seguenti dimensioni: i formati quadrati devono avere formato massimo 30×30 cm, mentre i formati rettangolari devono avere come misura massima del lato lungo 40 cm.

Viaggi sotto le stelle / XXVIII.a edizione ColornoPhotoLife

Con il presente comunicato vi informiamo che a partire da venerdì 5 luglio nel parterre della Reggia Di Colorno ritorneranno le proiezioni di audiovisivi fotografici “Viaggi sotto le stelle”.
In tutti i venerdì di Luglio e Agosto autori tra i più noti del Nord Italia si alterneranno con proposte visive di alta qualità, un programma che inizierà con “In a life time” di Sandro Pezzi, spettacolo audiovisivo con musica dal vivo che ci porterà in Irlanda.
Ne mese di luglio si proseguirà attraverso gli audiovisivi di Iago Corazza, Stefano negri e del presidente di Color’s Light Gigi Montali, fotografi/viaggiatori che ci porteranno in terre lontane, dall’India all’Islanda.
Il 26 luglio una serata speciale: ritorna a Colorno il grande chitarrista Luca Colombo in concerto, che sarà accompagnato dalle immagini dei soci del gruppo.
Non da meno gli altri fotografi che calcheranno il parterre colornese nel mese di Agosto: Massimo Gandolfi, Paola Vignali, Fiorenza Attene, Daniele Parizzi, Cristina Cozzini e Francesco di Rosa saranno i protagonisti delle prime due serate e ci accompagneranno al ritorno in Reggia della coppia parmigiana, Oreste e Odetta Ferretti, pluripremiati autori che da anni portano i loro audiovisivi in tutta la penisola.
La rassegna come di consueto sarà chiusa dal fotografo fidentino Antonio Cosi accompagnato da Stefano Anzola e Enrico Volpi.
Un’estate da viaggiare sotto le stelle della Reggia Colornese, tutte le serate sono ad ingresso gratuito, avranno inizio all’imbrunire.

Fairy Tales / Lella Beretta > Garda VR

Galleria FIAF
Garda

Mostra fotografica

Fairy Tales, di Lella Beretta

Palazzo Pincini Carlotti
via Alessandra Rudini Carlotti 5 _ GARDA VR

dal 7 al 28 luglio 2019

«Fairy Tales»
di Lella BERETTA

Entrare nel “mondo” FairyTales e’ come seguire il coniglio bianco di Alice e scivolare con lui nel magico “Paese delle Meraviglie”

Le immagini, che propongo con questa collezione, sono infatti una sorta, di “Favole” che inneggiano alla “Bellezza”.

La Natura ,con le sue stagioni, i suoi colori, le sue luci e le sue atmosfere, diventa la protagonista assoluta, il “backdrop” su cui costruire le storie ..

Le Fairies sono figure femminili che animano armonizzano e completano questa “Bellezza”.

Avvolte nei loro immensi abiti di tulle con larghi cappelli che decorano splendidi volti ,sono creature romantiche, eteree lontane dalle mode e sospese tra la realtà e la fantasia..

La Fantasia infatti, l ‘immaginazione, lo sforzo di “vedere ” e non solo “guardare”, l’emozione di riuscire ad andare “oltre” e il desiderio di crearmi un mondo fotografico alternativo, lontano dai gusti attuali ma sicuramente “magico”…tutto questo mi ha consentito di creare la mia “FairyTalesCollection” e poter volare cosi ogni volta che lo voglio, come Peter Pan nell’ “Isola che non c’e’”.

LELLA BERETTA

31mo Cfn 1000 miglia > Brescia

Galleria FIAF
Museo Nazionale della Fotografia CFC Brescia

dal 13 luglio al 5 settembre 2019

Galleria FIAF “Museo Nazionale della Fotografia CFC” – Brescia (BS)

31° Concorso fotografico nazionale 1000 Miglia di AA.VV.

Giunto alla sua 31° edizione, anche questʼanno il concorso fotografico dedicato alla corsa che parte e termina nella nostra città, ha riscosso un grande successo di partecipanti.
Fotografi amatori e professionisti hanno inviato da ogni parte dʼItalia gli scatti realizzati durante la manifestazione, che ogni anno emoziona e appassiona tutto il nostro paese. Durante lʼinaugurazione si terrà anche la premiazione dei vincitori, scelti tra le centinaia di immagini pervenute, selezionate da una giuria esperta . La mostra è composta dalle fotografie ammesse, premiate e segnalate dalla giuria.
Durante la premiazione, verranno consegnati inoltre i premi nati dalla collaborazione tra il Museo e i due quotidiani locali:
– alla fotografia che ha ricevuto più voti sul sito zoom.giornaledibrescia.it
– alla fotografia dal tema “La natura e la Mille Miglia” e scelta dalla giuria del concorso , in collaborazione con il quotidiano BresciaOggi

Al di là dell’acqua / Massimiliano Camellini > Leica Roma Store

Galleria FIAF
Leica Store Roma

Mostra fotografica

365 sinossi, di Massimo D’Amato

Leica Store Roma
Via dei due macelli 57 _ Roma
Inaugurazione 10 luglio 2019 ore 19:30

dal 10 luglio al 4 settembre 2019

L’esigenza di una fotografia lenta, profondamente calibrata nell’aspetto contenutistico e formale è una caratteristica che attraversa tutto il lavoro di Massimiliano Camellini che presenta al Leica Store di Roma l’ultimo progetto Al di là dell’acqua, dopo varie tappe espositive, tra queste la Bag Gallery di Parma, la grande mostra di Genova al Museoteatro della Commenda di Prè, in collaborazione con Mu.MA – Musei del Mare e delle Migrazioni e poi Londra, alla Brick Lane Gallery, oltre a diverse presentazioni editoriali in Italia.

Il fotografo sceglie di esplorare, ricorrendo a una rigorosa fotografia in bianco e nero, il tema del viaggio come sogno eterno della scoperta. La chiave metaforica legata al percorso esistenziale è la traccia a cui si collegano i diversi aspetti dell’indagine che portano Camellini all’interno delle navi cargo. Il suo viaggio è focalizzato sulla vita che si svolge a bordo, guardando al di là della superficie del mare (dell’oceano) visibile attraverso l’oblò, in direzione di una meta che non è solo geografica. Il fascino da cui lui stesso è ammaliato contempla la gamma di emozioni che oscillano tra il senso di libertà e l’esorcizzazione della paura per l’ignoto. La stretta relazione che lega i soggetti ai luoghi, spazi architettonici che sono tanto fisici quanto mentali, è sottolineata quindi da oggetti di uso comune: dalla serie di chiavi inglesi al binocolo, l’orologio nel corridoio che richiama la forma dell’oblò, la lavatrice, gli attrezzi per gli esercizi ginnici, il timone, il quadro comandi, le verdure sul piano di lavoro della cucina, il tamburello a mezzaluna accanto alla macedonia in scatola, come pure la “Preghiera del Navigante” o la lavagna su cui è scritto a mano “Buon compleanno Comandate”, oltre alle coordinate geografiche e alla data (5 ottobre 2013). Oggetti che trasudano storie vissute, emozioni, sempre in viaggio tra una condizione e l’altra. Particolarmente eloquente la fotografia che inquadra i passaporti: le regole di bordo impongono che tutti i marinai, al loro arrivo sulla nave, debbano consegnare il proprio passaporto al comandante, ma l’immagine è anche diretta rappresentazione della pluralità di individui che vivono nel “microcosmo nave”.

Il progetto espositivo Al di là dell’acqua è accompagnato dal catalogo italiano/inglese edito da Greta’s Books (2017) con testi di Andrea Tinterri (critico fotografico), Fabio Dei (antropologo) e Donatello Bellomo (scrittore), realizzato con il patrocinio della Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova, Capitolo Italiano della Royal Photographic Society, Laboratorio di Storia Marittima e Navale – DAFIST (Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia) dell’Università di Genova, ed in collaborazione con Mu.MA – Musei del Mare e delle Migrazioni (Genova), l’Associazione Promotori Musei del Mare e della Navigazione, e il Doc SAI – Archivio Fotografico del Comune di Genova.

Massimiliano Camellini (Venezia 1964, vive e lavora tra Reggio Emilia e Milano). Negli anni Novanta si avvicina alla fotografia di ricerca. Dal 2001 realizza progetti costituiti da serie di opere dedicate a temi universali, accompagnate dai rispettivi progetti editoriali. La prima serie è dedicata agli istinti e sogni dell’uomo: appartengono a questo ciclo Oltre le Gabbie (2001), I Volanti (2004), Duel (2006), Nuove Arene (2009), Il laboratorio dell’ossessione (2010), Ore 18.00, l’orario è finito (2012) e l’ultimo Al di là dell’acqua (2016). Segue frammenti nel tempo: una ricerca nella realtà contemporanea di segnali spazio-temporali per un’indagine antropologica dell’evoluzione dei contesti urbani: Tram-Frame è il primo lavoro del ciclo. Le sue foto sono nelle collezioni museali di tutto il mondo tra le quali Museum Fine Arts, Houston, USA, Collezione Maramotti, Reggio Emilia – Italia, Galerie Municipale du Chateau d’Eau, Toulouse – Francia, Musée du Strasbourg, Francia, Museum of Photography, Seoul, Korea, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino – Italia.
www.massimilianocamellini.org

Info mostra
Massimiliano Camellini. Al di là dell’acqua
a cura di Manuela De Leonardis
10 luglio – 4 settembre 2019
inaugurazione mercoledì 10 luglio ore 19,30
Leica Store Roma
Via dei Due Macelli 57, Roma
Tel +39 06 69200813
info@leicastore-romapiazzadispagna.it